Local content first

10 consigli ad un content creator per agire da professionista

Agli occhi di un’azienda o di un’agenzia – quindi ai nostri – certi comportamenti degli autori/influencer/content creator con cui si entra in contatto (nel nostro caso centinaia l’anno, da quelli super esperti a chi è alle prime armi) vengono valutati molto positivamente. Altri possono invece farti perdere l’occasione. Ecco allora qualche semplice consiglio per te, che sicuramente avrai adottato, ma che non guasta ripetere. 

1. Essere rintracciabili.

Sembra banale visto il tema, ma ci capita non poche volte di faticare a contattare qualcuno. Io personalmente preferisco di gran lunga un’email come primo contatto rispetto ad un direct message. L’ideale per me è trovare bene in chiaro un indirizzo email per le collaborazioni, ad esempio nella bio di Instagram. Tu ce l’hai?

2. Tempi di risposta.

Può capitare di essere in un momento in cui non ti riesce di rispondere adeguatamente ad una richiesta ricevuta. il mio consiglio: spendi 30 secondi e rispondi con un semplice “Grazie, ho ricevuto la tua email e ti chiedo del tempo per leggerla bene e valutarla“. Non ti diranno certo di no.

3. Valutare l’offerta.

L’offerta nel nostro caso nasce da cosa ti chiedo di fare e quanto stimo che valga. Capita a volte all’inizio di un progetto che non siano ancora definiti tutti i dettagli, e te lo dico. Quanto ti offro dipende da quanto mediamente vengono pagate le professionalità come la tua (lavoriamo con centinaia di creators l’anno, una buona base per avere il polso del mercato) per quella attività e dal budget disponibile per il progetto. Variabili importanti sono anche l’attrattività del progetto per te e la possibilità di creare una collaborazione continuativa con quel brand o con l’agenzia. Per questi motivi potrebbe non essere in linea con le tue aspettative. Per prima cosa ti suggerisco allora di chiedere approfondimenti, potrebbero farti cambiare opinione sull’offerta. 

4. Contrattare.

E’ certamente lecito, ma tieni a mente quanto scritto al punto 3. Se vuoi proporre una contro-offerta giustificata da dati verificabili e/o da tue case-history simili, noi la valuteremo con piacere. Se hai un tuo listino o media kit, inviamelo e ne terrò conto la prossima volta prima di chiamarti, verificando di essere in budget.  

5. Media kit e/o presentazione.

Cosa fai, con chi, che risultati ottieni e quali sono i tuoi migliori progetti recenti, i tuoi format più efficaci, la composizione della tua community/audience. Fornire queste informazioni con un media kit  è molto professionale e non è difficile da preparare. In rete troverai numerosi template ed esempi (qui Canva).  

6. Formalizzare.

Se ti viene mandato un contratto è importante firmarlo e restituirlo nei giusti tempi. A noi certo non piace perdere tempo con “le scartoffie”, ma sono necessarie, e tutela sia noi che il tuo lavoro. Ti suggeriamo di firmare il pdf con Acrobat/Anteprima/app mi sembra facile no? (No, la foto con il cell del contratto firmato non è la stessa cosa…)

7. Confrontarci.

Non è sbagliato confrontarci sull’attività, non c’è brief intoccabile. Sei tu che conosci il tuo pubblico e cosa funziona meglio per cui se vuoi proporre una modifica, potrebbe essere un’ottima idea per entrambi. Come si dice, “win-win”.

8. Comunicare durante il lavoro.

Tienici aggiornati su cosa stai facendo e come procede, prima ancora che sia io a chiedertelo. Vale anche per la consegna: se mi dici quando sarà, potrò gestire meglio le aspettative del cliente.

9. Fatture e pagamenti.

Mandami la fattura a fine lavoro, non mi offendo di certo 🙂 Non ci crederai, ma sono davvero molti i casi in cui abbiamo dovuto inseguire degli autori per riceverla. Verifica che sia formalmente corretta, meglio se chiedi ad un commercialista: i regimi fiscali italiani sono molti e noi potremmo non saperti rispondere, e controlla bene lordo/netto e ritenute. Infine una cosa utilissima: inserisci in fattura l’IBAN ben leggibile, cosi al momento del pagamento sarà a portata di mano.

10. Mantenere i rapporti.

Se la collaborazione è stata positiva per entrambi, fatti risentire ogni tanto. Raccontaci le tue novità e se hai sperimentato qualche nuovo format con successo, proponicelo, potremmo avere il progetto giusto per te. 

E comunque, ci fa sempre piacere risentirti, ancora di più se a questi 10 punti hai risposto “si lo faccio già” 🙂

content creator kit

[Immagine cover: photo by Brooke Lark on Unsplash]

TAG:


Vedi tutti gli articoli di Christian Fusi

Christian Fusi

Da sempre appasionato del web, nel 2002 ho aperto il mio primo blog, poi la web agency Websushi specializzata in blog, magazine e siti editoriali, e ora sono co-fondatore di Newmi.
Milanese, appassionato di fotografia, dal 2015 sono l'admin della community instagramers Igersmilano.

Certificazione B Corporation
NetZero 2030
Newmi.it